Millepiani.net

Mese: novembre, 2017

Nietzsche ovvero il signor N. – L’interpretazione di Susanna Mati

Corriere 10.11.17 La lettura di Susanna Mati. Nietzsche ovvero il signor N. di Paola Capriolo Nello sterminato panorama degli studi dedicati all’autore dello Zarathustra, il recente Friedrich Nietzsche di Susanna Mati (Feltrinelli, pp. 186, e 14) occupa una posizione particolare, distinguendosi nettamente da quelle interpretazioni che, sulla scia di Heidegger, a partire dagli anni Trenta si […]

…cento anni dalla Rivoluzione russa: “Cari / compagni posteri! / Rimestando/ nella merda impietrita / di oggi, / scrutando le tenebre dei nostri giorni, / voi, / forse, / domanderete anche di me.” – Majakovskij

“Cari / compagni posteri! / Rimestando/ nella merda impietrita / di oggi, / scrutando le tenebre dei nostri giorni, / voi, / forse, / domanderete anche di me. / E forse affermerà / il vostro dotto, / coprendo coll’erudizione / lo sciame delle domande, / che, pare, ci sia un certo / cantore dell’acqua bollita, […]

Don Giovanni non è più quello di una volta: in un’antologia il mistero del Grande Seduttore

La Stampa 6.11.17 Don Giovanni non è più quello di una volta Da Tirso de Molina a Mozart, da Molière a Marinetti in un’antologia il mistero del Grande Seduttore Così diverso dai molestatori seriali di questi giorni di Elena Loewenthal Il momento è più delicato che mai, per sollevare l’argomento. Ma proprio per questo non […]

Heidegger spiegato dai “Quaderni neri” – di Costantino Esposito

Avvenire, 26.10.2017 Nell’arco di tempo che va dal 1931 al 1948, un periodo cruciale per la storia europea e mondiale, ma anche per la sua vicenda personale, Heidegger accompagnò la sua attività di ricerca e di insegnamento con la redazione ininterrotta di una serie di taccuini denominati Quaderni neri, a motivo del fatto che si trattava materialmente […]

Vichy non fu solo infamia. Una riflessione del filosofo israeliano Avishai Margalit

Corriere 1.11.17 Vichy non fu solo infamia Il filosofo israeliano Avishai Margalit pone alcune questioni molto spinose in un saggio edito da Einaudi. Il collaborazionismo perseguitò gli ebrei e tradì l’eredità dell’illuminismo ma evitò alla Francia la sorte terribile della Polonia – di Paolo Mieli Il regime di Pétain ebbe vasti consensi e alleviò gli […]